Loading...

Prestito casa

Home / Prestiti / Prestito casa

È giunto il momento di ristrutturare la propria casa o acquistare nuovi mobili ma non vi è la liquidità necessaria per poter compiere queste spese. Niente paura, con il prestito casa adesso è possibile ottenere la somma utile da destinare alle opere in casa, senza dover ipotecare o fornire particolari garanzie all’istituto di credito scelto. Una buona opportunità per chi ha bisogno di compiere alcune opere. Ma come funziona?

Prima di tutto è bene distinguere il prestito personale da quello finalizzato. È bene ricordare che un prestito per la casa di tipo personale, permette al richiedente di gestire il proprio denaro liberamente, quindi senza dover giustificare la spesa alla banca. Mentre il prestito finalizzato sarà vincolato esclusivamente all’acquisto di un certo bene, come concordato con l’ente finanziatore.

Le categorie di prestito per la casa sono diverse. Bisogna valutare l’opera da compiere sul proprio immobile per poter scegliere la forma di finanziamento più adatta alle proprie esigenze. Vediamo ora tutte le categorie che rientrano in questo tipo di prestito.

Prestito casa per ristrutturazione

Ristrutturare il proprio immobile è un’operazione che avviene una tantum nella vita di una persona. Per effettuare questo tipo di lavoro però, viene richiesta una forza economica importante. Per questo rivolgersi ad un istituto di credito che fornisca liquidità senza dover prendere in garanzia i propri beni immobili, è vantaggioso.

Con un prestito casa per ristrutturazione la cifra massima da ottenere potrà arrivare a 60 mila euro. Si tratta di un prestito casa non finalizzato. Le somme che vengono ottenute potranno quindi, essere ripartite nei diversi lavori.

Oltre a questa opportunità, è previsto anche il bonus per la ristrutturazione della casa. Si tratta di agevolazioni statali che prevedono degli sgravi fiscali variabili a seconda dei lavori effettuati su un certo immobile, se la ristrutturazione viene effettuata secondo i nuovi canoni di risparmio energetico.

Prestiti casa per box ed immobili di piccole dimensioni

È possibile accedere a dei prestiti quando vi è la necessità di acquistare un box auto o immobili di piccole dimensioni, come cantine o piccoli locali che siano considerati pertinenze dell’abitazione principale. Questo tipo di prestito casa viene previsto per chi possiede già un mutuo e che non voglia ipotecare il proprio bene immobile principale.

Prestito casa arredamento

Se è necessario reperire liquidità per arredare la propria casa, il prestito arredamento è adatto in questo caso. Rientra sempre nella sfera dei prestiti personali e il denaro ottenuto sarà necessario ad acquistare gli arredi della propria casa o gli elettrodomestici utili per una vita dignitosa.

Anche in questo caso lo Stato viene in aiuto dei consumatori bisognosi. È possibile usufruire di agevolazioni Irpef qualora si utilizzi il bonus mobili. In questo caso sarà possibile detrarre alcune spese che siano collegate all’acquisto dell’arredamento per la propria casa.

Il prestito casa conviene rispetto ad un mutuo?

Si tratta di una buona alternativa al mutuo, ma non lo va a sostituire. Ovviamente prima di richiedere un prestito o un mutuo, è necessario valutare che tipo di intervento si vuole compiere sul proprio immobile e quanto dovrà poi richiedere.

L’istituto di credito che eroga il prestito casa non potrà andare oltre i sessanta mila euro. Invece un mutuo casa permetterà di richiedere cifre molto più cospicue.

A differenza del mutuo, il prestito casa non richiederà come abbiamo già detto, ipoteche e garanzie stringenti per la sottoscrizione del prestito. L’iter burocratico è snello e non vi sono spese ingenti per le operazioni di apertura e di chiusura delle operazioni. È bene però sapere che, se si richiedono somme alte, chi concede il prestito potrà anche richiedere alcune garanzie.